La voce del conte

Uno degli elementi di maggiore interesse di Dracula, il romanzo di Bram Stoker pubblicato nel 1897, risiede nella sua straordinaria polifonia. Non esiste infatti una voce privilegiata che narri gli eventi, che sono invece affidati ai diari e alle note dei protagonisti, e alle lettere che questi si scambiano tra di loro. La bravura di Tommaso Ragno, al quale è affidata la lettura del romanzo su Ad Alta Voce, sta tutta nella capacità di restituire quella polifonia senza trucchi, birignao o falsetti. Le voci femminili, quella del conte, l’accento olandese di Van Helsing si succedono nel racconto attraverso sfumature timbriche quasi impercettibili e estremamente accattivanti. Oggi va in onda la quattordicesima puntata. Le altre si recuperano facilmente da qui. L’immagine, invece, viene da qui

Advertisements

4 thoughts on “La voce del conte

  1. grazie per aver sottolineato in modo così vivo e chiaro le capacità interpretative e vocali di uno dei pochi, meravigliosi, attori italiani. hai dedicato un post alla sua lettura e vedo che anche lui apprezza…

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s