Capitalismo e barbarie

Ci vuole una grande dose di ingenuità, se non di vera e propria malafede, per attribuire alla rissa tra titolari di pompe funebri che si contendevano i corpi dei sei braccianti stagionali rumeni travolti dal treno a Rosarno le caratteristiche di una barbarie premoderna, estranea al processo di civilizzazione. L’orrida contesa è invece solo la metafora di un mercato sempre più spietato e vorace, volgare e disumano che nessuna morale e nessuna etica riescono più a tenere a freno e che nessun sacrificio riesce più a placare. Non della barbarie, dunque, ma della civilizzazione è figlio l’orrore di Rosarno, non da antiche e inesplicabili pulsioni esso proviene, ma da moderne e palpabilissime ragioni commerciali, dalla competizione e dal merito, dalla civiltà e dal profitto. Si chiama capitalismo e da un paio di secoli ci fornisce questo orrore quotidianamente.

Il film, ovviamente, è 2001, Odissea nello spazio e la gif animata proviene dal mai troppo lodato IWDRM

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s